CI STO? AFFARE FATICA!

 

"Ci sto? Affare fatica" è un progetto, rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni, che intende recuperare il prezioso contributo educativo e formativo dell'impegno e della fatica, stimolando gli adolescenti a valorizzare al meglio il tempo estivo attraverso attività concrete di volontariato, cittadinanza attiva e cura dei beni comuni.

I giovani partecipanti sono coinvolti in svariate attività settimanali di cura del bene comune: dalla pulizia del centro storico e delle vie dei quartieri, alla manutenzione dei parco giochi, all'impregnatura e alla tinteggiatura di giostre, staccionate, aule di scuole materne, elementari e medie, e moltissimo altro ancora. Una movimentazione a tutti i livelli che riempie di entusiasmo e significato l'estate dei ragazzi, raggruppati in squadre miste di dieci elementi e guidati da un giovane tutor di più di vent'anni.

Le attività sono ospitate dal Comune, dalle circoscrizioni, dalle scuole, dal mondo associativo e del terzo settore in genere. A ciascun ragazzo/a partecipante vengono consegnati in omaggio dei "buoni fatica" settimanali del valore di € 50,00 da spendere in abbigliamento, alimentari, libri scolastici, cartoleria, libri di lettura, tempo libero. 

Il progetto è già stato realizzato nelle estati 2019 e 2020 con una serie di attività in vari “cantieri di cura dei beni comuni” sparsi sul territorio provinciale: Verona, San Giovanni Lupatoto, Villafranca, Castel d’Azzano, Buttapietra, Legnago e Cerea. 

I NUMERI DEL 2020

  • 1.692 iscritti nei 7 comuni partner (Verona, Villafranca, S. Giovanni L., Legnago, Cerea, Castel D'Azzano, Buttapietra)
  • 751 ADOLESCENTI PARTECIPANTI
  • 75 squadre di ragazze e ragazzi
  • 16.520 ore di cura dei beni comuni

I NUMERI DEL 2019

  • 1.852 iscrizioni da tutta la provincia di Verona
  • 1.392 iscrizioni nei 6 comuni partner (Verona, Villafranca, S. Giovanni L., Legnago, Cerea, Castel D'Azzano)
  • 628 ADOLESCENTI PARTECIPANTI
  • 62 squadre di ragazze e ragazzi
  • 29 giovani tutor
  • 50 realtà ospitanti del territorio
  • 13.820 ore di cura dei beni comuni